sabato 5 gennaio 2013

LA FIABA DEI FAGIOLI MAGICI - Sformatini dolci di fagioli


CATEGORIA: dessert

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
E' un retaggio dei tempi dell'Istituto d'Arte: sperimentare accostamenti insoliti, approcciare i colori e i materiali con la curiosità che spinge ad andare oltre il consueto.

Oggi che ho maturato passione per il cibo, mi accorgo che questa eredità fa parte di me e di essere naturalmente attratta da giustapposizioni inusitate e curiose delle materie prime.

La cucina, come l'arte, è un ambito culturale e creativo in cui il "materiale" può essere manipolato e reinventato all'infinito con lo scopo di soddisfare l'anima che grida il bisogno di espressione.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Ho preparato questi sformatini per la prima volta due anni fa, in occasione di una cena con amici che hanno accolto con entusiasmo l'idea di un dessert a base di fagioli, un ingrediente che di solito sta alla base di robusti piatti della tradizione.

Questi legumi, con la loro naturale dolcezza, si sposano al latte di cocco e alla cannella regalando al palato un'esperienza non solita, ma interessante e deliziosa. Il cioccolato fondente, con  il suo retrogusto amaro, smorza le note zuccherine e dona croccantezza, mentre la scorza di lime profuma il dessert, lo rinfresca e gli dona colore.


COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 6 PERSONE
  • 130 grammi di fagioli borlotti lessati in acqua non salata
  • 2 uova di medie dimensioni
  • 180 ml di latte di cocco non zuccherato
  • 90 grammi di zucchero semolato
  • 10 grammi di farina di riso
  • 1 pizzico di cannella in polvere
  • 1 lime
  • Cioccolato fondente al 70% q.b.

COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Preriscaldo il forno a 180°.

Con un passaverdura riduco i fagioli in purea, raccogliendola in una ciotola capace.


Unisco le uova, il latte di cocco, lo zucchero, la farina di riso, la cannella e mescolo bene (attenzione a non esagerare con la cannella che, essendo aggressiva, rischia di coprire gli altri sapori).



Imburro uno stampo da sei muffin e vi verso il preparato arrivando sino all'orlo.


Cuocio in forno a 180°C per 20/25 minuti. Gli sformati devono creare una leggerissima crosticina all'esterno, restando morbidissimi e umidi internamente. Durante la cottura tendono a gonfiare per poi rilassarsi una volta sfornati.



Sforno lo stampo e, non appena sarà maneggiabile, passo la lama di un coltellino attorno agli sformatini, estraendoli poi con molta delicatezza. Li sistemo nei piatti individuali.

Sciolgo il cioccolato nel forno a microonde o a bagno maria, vi immergo una forchetta e decoro gli sformatini e il piatto facendolo colare dall'alto.

Grattugio la scorza del lime ben lavato e asciugato, facendola cadere sugli sformati e sul piatto.

Servo non appena il cioccolato è rappreso.



I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: SI
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: NO
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): NO
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: NO

Per tutti i tipi di allergia o intolleranza prestare attenzione agli ingredienti contenuti nel cioccolato e nel latte di cocco.

4 commenti:

Arianna ha detto...

Questo dolce è meraviglioso! Brava!!!

Slelly ha detto...

Grazie, Arianna.
Nonostante la sua semplicità, è un dessert che incuriosisce gli ospiti.
Se lo provi, fammi sapere cosa ne pensi.

A presto.

Paola Uberti,
SLELLY - The Dark Side of Kitchen

ELel ha detto...

Idea interessante! Posso invitarti a leggere la mia ultima ricetta? Sono certa l'apprezzerai molto...a meno che tu non l'abbia già provata e allora mi sa che non ti sorprenderò :)

Slelly ha detto...

Ciao Elel!
La tua ricetta e' interessante. Le bucce di zucca sono come le bucce di patata: un ingrediente sorprendente.
Come te sono fan di Lisa Casali e considero fondamentale non sprecare nulla. Grazie per il tuo commento.
A presto.
Paola Uberti,
SLELLY - The Dark Side of Kitchen