martedì 27 novembre 2012

PECORE NEI CAMPI - Insalata tiepida autunnale di avena, spinaci, patate e pecorino


CATEGORIA: piatto unico.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
L'insalata è un piatto elastico e versatile che si adatta ai gusti di tutti e a ogni stagione. Di soli vegetali, di terra, di mare, dietetica o ricca di ingredienti, questa preparazione può essere interpretata in centinaia di modi.

Quando il freddo allunga le sue mani bianche e nodose sulle case e sui prati, sugli orti e sui boschi, l'insalata si fa ricca e rustica e si riscalda.

Ci sono piatti che serviti tiepidi danno il meglio di sé: le insalate adatte alla stagione fredda sono tra questi. Il leggero tepore rinforza i sapori e scalda gli animi, come la brace di un camino che rischiara la notte con lievi, tremolanti bagliori scarlatti.


IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
Salute e gusto, leggerezza e pienezza, nutrimento e delizia sono i principi sui quali si fonda questa ricetta.

L'avena decorticata, sana e nutriente, con il suo sapore delicato e rustico si sposa alla golosa rotondità delle patate e all'eleganza aromatica degli spinaci. Il pecorino rinforza l'insieme e regala al piatto sapidità e rassicurante indulgenza.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 3/4 PERSONE
  • 550 grammi di spinaci freschi
  • 250 grammi di avena decorticata
  • 300 grammi di patate a pasta gialla
  • 60 grammi di pecorino romano
  • 1 spicchio d'aglio
  • Olio EVO q.b.
  • Sale grosso q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero macinato al momento q.b.

COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Lesso le patate con la buccia in abbondante acqua salata fino a che sono morbide ma non al punto di disfarsi. Le pelo ancora calde e le lascio raffreddare. Taglio a cubetti e metto da parte.

Lavo gli pinaci, elimino la radice e, senza scolarli troppo, li sistemo in una capace pentola con un po' di sale grosso. Li cuocio su fiamma bassa sino a che sono stufati ma ancora croccanti. Li scolo e li strizzo conservando il liquido di cottura e, una volta tiepidi, li trito grossolanamente. Metto da parte.

Lesso l'avena decorticata in abbondante acqua alla quale aggiungo l'acqua di cottura degli spinaci (controllo la sapidità del liquido prima di aggiungere altro sale) per circa 40 minuti o fino a che è cotta ma ancora al dente (darà croccantezza all'insalata).

Nel frattempo scaldo una generosa quantità di olio in una larga padella e vi rosolo lo spicchio d'aglio spellato e leggermente schiacciato, senza farlo bruciare. Unisco i cubetti di patata che faccio arrostire su fiamma vivace fino a quando formano una leggera crosticina. Abbasso il fuoco e aggiungo gli spinaci tritati che faccio insaporire per un paio di minuti.



Aggiungo l'avena scolata e mescolo. Lascio intiepidire.

Taglio il pecorino a fette sottili e poi a filetti.



Unisco il formaggio all'insalata tenendone da parte un po' per la decorazione. Condisco con una macinata di pepe e un filo di olio a crudo, mescolo, assaggio per regolare la sapidità se necessario e servo immediatamente decorando con alcuni filetti di pecorino.




I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: SI
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): SI
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: SI




3 commenti:

Fabiana ha detto...

Bel titolo, ricetta azzeccatissima ....io sono già conquistata!;)

Francesca in the kitchen ha detto...

Sono golosissima di insalate e le mangio anche d'invero, anche se molti mi guardano strano perché sostengono che non sia un piatto caldo e quindi adatto alla stagione fredda. Questa tua versione tiepida mi fornisce un alibi :-)!

Slelly ha detto...

Grazie a Fabiana e a Francesca per i commenti.

@Fabiana: se provi la ricetta, fammi sapere cosa ne pensi

@Francesca: io credo che nel termine "insalata" si nasconda un potenziale creativo pressoché infinito, quindi ben vengano le insalate in tutte le stagioni!