lunedì 29 ottobre 2012

CARALBICOCCAO - Confettura di carote, albicocche disidratate, cocco e cacao


CATEGORIA: confettura.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI

Quando l’arancio, colore vitale e gioioso, esplosivo e contagioso si accosta al colore del cacao, scuro, elegante, pacifico, si verifica una giustapposizione di opposti. Un’alchimia di sensazioni che si compenetrano, come quando il suono incontra il silenzio.

La naturale dolcezza delle carote, spinta verso l’alto dal retrogusto fresco e la vellutata acidità delle albicocche sono perfetti per incontrare l’avvolgente e profondo sapore del cacao. La presenza del cocco rallegra questa confettura conferendole una nota latente che sa di estate e allegria.

IL VOLO PINDARICO, L'IDEA
La preparazione può essere assaporata come ogni confettura che si rispetti, ovvero su una fetta di pane imburrata, oppure come farcitura per una crostata.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER TRE BARATTOLI DA 150ml
  • 700 grammi di carote
  • 300 grami di albicocche disidratate
  • 300 grammi di zucchero
  • 100 grammi di cocco disidratato
  • 25 grammi di cacao amaro
  • 1/2 limone non trattato
COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Lavo le albicocche e le lascio rinvenire in acqua calda sino a che saranno reidratate, gonfie e morbide.

Quando le albicocche sono pronte, spazzolo vigorosamente le carote sotto acqua corrente e le asciugo. Elimino le estremità e taglio a piccoli pezzi.

Inserisco le carote e le albicocche in una capace pentola, preferibilmente antiaderente. Unisco lo zucchero, il cocco, il cacao e succo e polpa del limone.



Cuocio a fiamma bassa fino a quando carote e albicocche sono morbidissime, mescolando spesso: il composto tende ad attaccare.

Terminata la cottura, frullo con un frullatore a immersione.

La confettura deve essere asciutta e piuttosto “sabbiosa”. Invaso la preparazione bollente nei vasetti ben lavati e sterilizzati e chiudo con cura.

Capovolgo i vasi su un canovaccio pulito e lascio raffreddare completamente.

Sterilizzo la confettura ponendo i vasi in una capace pentola contenente acqua fredda e proteggendoli dal contatto reciproco con un canovaccio. Lascio bollire per 20'. Spengo la fiamma e lascio raffreddare all'interno della pentola, assieme all'acqua.

Ripongo in luogo fresco, asciutto e buio dopo aver verificato che il sottovuoto si sia creato correttamente (assenza di “clik-clak” schiacciando la sommità del tappo: se il sottovuoto non si è creato, ripeto la sterilizzazione in acqua bollente del vasetto chiuso; se il problema persiste, sostituisco il tappo con uno nuovo e sterilizzo ancora).

I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: NO
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): NO
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: NO




2 commenti:

Fabiana ha detto...

Il titolo del tuo blog era irresistibile, così mi sono lasciata tentare!
.....i titoli dei post, quelli sono addirittura da inquadrare, ma che meraviglia questa ventata di autentica novità e passione, brava!

Un saluto

Fabiana

Slelly ha detto...

Fabiana, ti ringrazio di cuore.

Spero di leggerti presto.

Paola Uberti
SLELLY - The Dark Side of Kitchen