lunedì 13 agosto 2012

MELONE IN TRAPPOLA - Confettura di melone con amaretti, cocco e vaniglia


CATEGORIA: confettura.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI
Estate significa, tra molte altre cose, libertà e semplicità.

Cibi freschi, veloci, gustosi, colorati, consumati con una sensazione nel cuore che sa di "insostenibile leggerezza dell'essere", di vitalità spontanea, di propensione al buonumore.

Il corpo si carica di energia grazie alle lunghe ore di luce, alle finestre aperte, alla corrente che smuove le tende, ai profumi dell'erba e delle piante aromatiche che di notte sprigionano i loro profumi dopo aver bevuto avidamente sole e acqua.

La frutta, dono inestimabile della bella stagione, fresca e gustosa, testimonianza del miracolo insito nella varietà di forme, colori, gusti e consistenze, spesso diventa protagonista dei miei pranzi.

Oggi mi muovevo per casa con abiti leggeri, con la mente proiettata ai futuri giorni di mare, alle sere delicate e silenziose, quando la stanchezza di un anno di lavoro scivola via attraverso il respiro tranquillo, attraverso la sensazione della pelle calda di sole, attraverso il gusto di una fetta di melone mangiata in piedi, sul balcone, guardando il blu del mare che scivola lentamente verso il nero della notte sino a confondersi con esso.

IL VOLO PINDARICO: L'IDEA
In piena ossessione da confettura, caratteristica del periodo che sto vivendo, la fantasia che ho descritto prima mi ha spinta a intrappolare pensieri così rassicuranti e romantici in un vasetto di vetro, aggiungendo al melone il sapore del cocco, degli amaretti e della vaniglia, perché pensieri, visioni e fantasie, così come i sogni, non sono mai "monosapore", ma nascono da una miscellanea di desideri e inconscio.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER TRE VASETTI DA 150ML

  • 800 grammi di polpa di melone
  • 200 grammi di zucchero semolato
  • 8 amaretti secchi
  • 1 limone non trattato
  • 2 cucchiai di cocco essiccato
  • 1 cucchiaio di estratto naturale di vaniglia

COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO
Taglio la polpa del melone a pezzi che inserisco in una capace pentola.

Aggiungo lo zucchero, il succo e la polpa del limone, la scorza di metà agrume, gli amaretti sbriciolati, l'estratto di vaniglia e il cocco essiccato.



Mescolo con cura, copro la pentola e porto lentamente a bollore.

Quando il melone è morbidissimo, frullo la confettura con un frullatore a immersione.



Alzo la fiamma e, mescolando spesso, cuocio fino a che il composto supera la "prova piattino" (un cucchiaino di confettura posato su un piattino freddissimo, inclinato, deve scivolare molto, molto lentamente).

Verso la confettura bollente nei vasetti lavati, ben sciacquati e sterilizzati e chiudo con coperchi rigorosamente nuovi.

Capovolgo i vasetti su un canovaccio pulito, li copro con un secondo canovaccio, lasciandoli raffreddare completamente.

Sterilizzo i vasetti pieni ponendoli in una pentola di acqua a temperatura ambiente e proteggendoli dal contatto reciproco avvolgendoli in un canovaccio. Lascio bollire per 20 minuti. Spengo la fiamma e attendo che il tutto si raffreddi.

Tolgo i vasetti dall'acqua e verifico che si sia creato il sottovuoto (assenza di "click clack" premendo la sommità del tappo).

Ripongo in luogo buio, fresco e asciutto.





I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: NO (attenzione agli amaretti)
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): NO
Frutta con guscio e prodotti derivati: SI
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: NO




2 commenti:

Shamira Gatta ha detto...

Genialeeee!!!!

Slelly ha detto...

Grazie Shamira...detto da te che sei un vulcano di idee è un gran complimento.