lunedì 2 luglio 2012

DRUNK CHEESECAKE - Cheesecake salato profumato alla grappa con top di miele alle erbe aromatiche


CATEGORIA: piatto unico.

I CINQUE SENSI PIU' UNO: SENSAZIONI E RICORDI.
Ogni anno, arriva un periodo in cui la mia cucina cambia ‘modalità’. Dall’essere un rassicurante e caldo rifugio pieno di profumi e vapori provenienti dalle pentole nelle quali cuociono i piatti che si fanno solo la domenica perché richiedono ore di cottura, magari quelli della tradizione, che evocano ricordi lontani di intimità famigliare, si trasforma. Diventa il tempio delle alchimie, dei piatti ‘magici’, quelli che si preparano senza cottura. Il cheesecake contende lo scettro del protagonista della mia tavola alle insalate fresche e colorate. E’ una preparazione perfetta per la stagione calda, declinabile all’infinito e, in quanto tale, doppiamente magica.


Formaggi morbidi, freschi e delicati, come da manuale, oppure forti, saturi di stagioni passate a maturare e di sapore, diventano una materia prima con cui giocare. Liberare la fantasia è sempre terapeutico, farlo in cucina è come materializzare i sogni…

IL VOLO PINDARICO, L'IDEA.
Ho pensato di realizzare un cheesecake salato, molto saporito, che rispettasse il canonico quanto apprezzabile accostamento di formaggi e miele. Le erbe aromatiche sono un omaggio all'estate, così come lo è il riposo che ho concesso al forno, prediligendo una preparazione senza cottura.

Ne ha guadagnato la temperatura all'interno della mia cucina e il palato di chi ha consumato un piatto fresco ma ricco di sapore e contrasti.

COSA CI METTO: INGREDIENTI PER 4 PERSONE.

Per la base:
  • 40 grammi di pangrattato
  • 45 grammi di burro sciolto e intiepidito
  • 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato al momento
  • Pepe bianco macinato al momento q.b.

Per la crema:
  • 140 gr di brie
  • 200 gr di stracchino
  • 50 ml di latte intero fresco
  • 7 gr di gelatina in fogli
  • 1 cucchiaio di grappa morbida
  • Pepe bianco macinato al momento q.b.
  • Noce moscata grattugiata al momento q.b.

Per la copertura:

  • 3 cucchiai colmi di miele di acacia
  • 4 cucchiai di erbe miste fresche finemente tritate




COME LO FACCIO: PROCEDIMENTO.
Mescolo il pangrattato con il Parmigiano Reggiano e condisco con un’abbondante macinata di pepe bianco.
Unisco il burro fuso e amalgamo accuratamente.
Appoggio un anello di metallo del diametro di 10 cm su una teglia e lo rivesto con pellicola da cucina.


Verso il composto di pangrattato e burro nell’anello e presso bene creando la base del cheesecake. Ripongo in frigorifero per almeno trenta minuti.



Ammollo la gelatina in fogli in acqua fredda per 10 minuti.
Preparo la crema di formaggio.
In una terrina unisco il brie, lo stracchino, la grappa, la noce moscata e il pepe bianco.
Scaldo il latte e vi sciolgo la gelatina. Unisco il composto ai formaggi conditi e mescolo velocemente fino ad ottenere una crema soda.
Verso la crema sulla base di pangrattato che ha riposato in frigorifero.


Batto la teglia sul piano di lavoro per compattare bene e livello la superficie del cheesecake con il dorso di un cucchiaio inumidito.
Lascio rapprendere in frigorifero per almeno tre ore.
Nel frattempo preparo la guarnizione mescolando il miele e le erbe aromatiche tritate.
Quando il cheesecake è pronto, lo estraggo molto delicatamente dall’anello e lo taglio in quattro porzioni.


Cospargo le fette di torta con abbondante miele alle erbe, decoro con foglie di menta e servo.




I PRESENTI E GLI ASSENTI: principali allergie e intolleranze alimentari.
Crostacei e prodotti a base di crostacei: NO
Uova e prodotti a base di uova: NO
Pesce e prodotti a base di pesce: NO
Arachidi e prodotti a base di arachidi: NO
Cereali contenenti glutine e prodotti derivati: SI
Soia e prodotti a base di soia: NO
Latte e prodotti a base di latte (compreso il lattosio): SI
Frutta con guscio e prodotti derivati: NO
Sedano e prodotti a base di sedano: NO
Senape e prodotti a base di senape: NO
Semi di sesamo e derivati: NO
Lupino e prodotti derivati: NO
Molluschi e prodotti derivati: NO
Patate e prodotti derivati: NO


CHI RESTA E CHI SE NE VA.
Il pangrattato tradizionale può essere sostituito da pangrattato senza glutine.







Nessun commento: